Denise PipitoneVenerdì scorso, davanti alla terza sezione della Corte d’appello di Palermo, nel corso del dibattimento che vede imputata Jessica Pulizzi per concorso in sequestro di minorenne, il perito Massimo Mendolia ha rivelato il testo di una intercettazione ambientale inedita, risalente all’11 ottobre 2004.

Nella conversazione si sente Jessica che dice alla sorella minore Alice: “Quanno eramu ‘ncasa, a mamma l’ha uccisa a Denise”. Alice, di rimando, le chiede: “A mamma l’ha uccisa a Denise?”. Jessica: “Tu di sti cosi unn’ha parlari” (non ne devi parlare). Alice: “E’ logico”. La mamma sarebbe Anna Corona, anche lei già indagata per concorso in sequestro di minorenne, ma la cui posizione è stata, poi, archiviata su richiesta della Procura di Marsala, che la scorsa settimana, però, proprio sulla base di questa nuova intercettazione, ha avviato un’indagine contro ignoti per omicidio. “Allo stato attuale – dice Piera Maggio – questo confermerebbe ulteriormente il coinvolgimento di Jessica Pulizzi e della sua famiglia. La mia speranza continua nella ricerca della verità, nella ricerca di mia figlia, in ogni modo e in ogni senso. Facciano in modo di farli parlare e dicano dove si trova Denise, dove l’hanno portata. Non ci fermeremo mai, vogliamo giustizia e verità su tutto questo calvario doloroso, voluto da persone cattive e prive di senso umano. Fino alla fine continuo e vado avanti sempre”.

{jcomments on}