Una ragazza romena di 20 anni, Alina Condurache, è stata uccisa ieri sera con due colpi di pistola sparati all’inguine in una azienda agricola in contrada Cipolla tra Palma di Montechiaro e Licata (Ag). Per il delitto è stato fermato il convivente, Angelo Azzarello, 24 anni, proprietario dell’azienda. Stando ad una prima ricostruzione dei carabinieri, i due avrebbero discusso perché si stavano lasciando. La ragazza è morta dopo il trasporto nell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”.