andrea-bambino-ragusa4-620x372Nessuna delle 40 telecamere del paese di Santa Croce Camerina avrebbe ripreso Loris in macchina della madre la mattina dell’omicidio. La circostanza è stata confermata da fonti investigative secondo le quali, però, sono necessari approfondimenti, sia perché le immagini non sono così nitide da poter dare certezze sia perché non è stata completata la visione dei video a disposizione.

Ieri sera la donna è stata nuovamente ascoltata come persona informata dei fatti presso la questura di Ragusa. Gli investigatori di polizia e carabinieri hanno cercato di chiarire alcuni aspetti del racconto fatto dalla donna dopo il ritrovamento del corpo di Loris. La donna, inoltre, non avrebbe riconosciuto gli slip da bambino trovati davanti alla scuola di Santa Croce in Camerina. Fino a che non verranno eseguiti gli esami del dna sugli slip ritrovati, ha poi aggiunto il dirigente della Polizia scientifica, “non possiamo sapere con certezza se si tratta effettivamente degli slip del piccolo Loris”. Il dirigente e gli uomini della Polizia scientifica sono tornati sul luogo del delitto per un nuovo sopralluogo. I risultati della ricostruzione della scena del delitto, ha precisato, non saranno pronti prima di una settimana.  {jcomments on}