merkel-draghi-karlsruheSono in corso manovre per trasferire il presidente della Banca centrale europea a Roma liberando la sua poltrona per un candidato gradito alla Germania.
Il presagio è divenuto certezza dopo che il quotidiano tedesco Die Zeit  ha rivelato il piano.

Il giornale parla di un giro di alte poltrone in Europa, un terremoto in arrivo nella primavera del 2015 quando l’Italia, dopo le dimissioni da presidente della Repubblica di Giorgio Napolitano, dovrà nominare il nuovo inquilino del Quirinale. Il terremoto, scrive “Die Zeit”, avrebbe per epicentro Francoforte, con un ribaltone, magistralmente orchestrato da Angela Merkel, all’Eurotower che può investire pure l’Italia: Draghi verrebbe spodestato dalla Bce per arrivare al Colle, una figura che costituirebbe una way out dell’ennesima impasse parlamentare: Berlusconi non accetterà un candidato targato Pd e i 5stelle ripeteranno il copione dell’altra volta, non partecipando ad alcuna trattativa e escludendosi.
A prendere il posto di Draghi nell’Eurotower sarebbe il finlandese Erkki Liikaner, ex commissario europeo, fedelissimo della Merkel. Oltre a controllare la Bce neutralizzandone l’impatto politico delle sue politiche monetarie non convenzionali nei confronti dell’opinione pubblica tedesca, lo spostamento delle pedine fra Francoforte e Roma permetterebbe poi ad Angela Merkel di  avere al Colle un prezioso “tutor” di Renzi e per la sua politica economica.
Si tratta di vedere se il piano andrà in porto vista l’indipendenza della Bce dai governi e, soprattutto, la ferma intnzione di Draghi a terminare il suo mandato.

{jcomments on}