L’assoluzione in secondo grado di Silvio Berlusconi nel caso Ruby ha cancellato i 7 anni di carcere inflitti in primo grado. Diversamente è andata per i tre imputati che avrebbero contribuito alla creazione di un “sistema prostitutivo” nel corso delle presunte serate a luci rosse ad Arcore. Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti, infatti, sono stati condannati anche in appello, ma per loro è arrivata una netta riduzione di pena che, tra l’altro, qualora diventasse definitiva, non verrà scontata in carcere. I giudici hanno ridotto la pena per l’ex direttore del Tg4 da 7 anni a 4 anni e 10 mesi, per l’ex consigliera lombarda Nicole Minetti è stata portata a 3 anni e per Lele Mora a 6 anni e un mese. {jcomments on}