LNFISorpasso della Lega Nord su Forza Italia. Non in Lombardia, non in Veneto e nemmeno in Emilia Romagna… ma a livello nazionale.

Alessandro Amadori, numero uno dell’istituto Coesis Research, prevede che nella primvera del prossimo anno, quindi tra pochi mesi, il Carroccio avrà raggiunto il 13% (sommando un 10-11 della Lega Nord e un 2-3 della nuova Lega del Centro-Sud) mentre il partito di Silvio Berlusconi sarà crollato al 12%. Si tratta di una stima clamorosa e destinata a modificare gli equilibri politici.
Ma quali sono i motibvi del sorpasso?
“Salvini è concreto e parla dei problemi della gente. Mentre l’ex Cavaliere non fa politica e non viene percepito”, spiega il sondaggista.
Del resto è un elettorato in ampia parte disorientato quello di Centra Destra: l’analisi, condotta dall’Istituto Demopolis, fotografa una profonda crisi di rappresentanza per un’area storicamente fortissima negli ultimi 20 anni. In un contesto nel quale tuttora 15 milioni di italiani si definiscono politicamente di Destra o di Centro Destra e 18 milioni si dichiarano non collocati, solo poco più di 8 milioni voterebbero oggi per Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia, i tre partiti di Centro Destra all’opposizione del Governo.

{jcomments on}