Rihanna-FordCome cantava Fiorello imitando la pudica Carla Bruni “Ma in Italia li chiamate ancora così? Che volgarità!” Però ci è stato insegnato che di norma le cose hanno un loro nome e che anche cambiandolo la sostanza delle cose stesse non muta.

Dunque possiamo anche chiamarli pasties o nipple pasties ma sono e saranno sempre copricapezzoli.

Mai come quest’anno hanno avuto una riqualificazione a livello mondiale, comparendo sulle passerelle di sfilate importanti e (s)vestendo star e icone del calibro di Miely Cyrus e Rihanna.

Non più quindi un accessorio da ballerina di lap dance, ma quasi un elemento glam che impreziosisce l’outfit, rendendolo al contempo estremamente sensuale.

Per personaggi come Dita Von Teese, la sfilata primavera/estate 2015 di Tom Ford che si è svolta a Londra sarà stata l’ennesima conferma che il suo stile, e in questo caso la scelta di questi succinti accessori, è vincente. Tom Ford ha infatti lanciato in passerella numerosi abiti caratterizzati da vistose trasparenze impreziosite da capezzoli incastonati di pietre colorate e adesivi dorati. Una scelta azzardata che però ha convinto lo star system, prime fra tutte le icone del pop americano più scandalose del momento. Miley e Rihanna hanno recentemente sfoggiato abiti di Tom Ford all’amfAR Inspiration Gala, la cena di beneficenza annuale che si svolge a Los Angeles a sostegno della lotta contro l’HIV. Abiti dai capezzoli quasi al vento, aggressivi e chiccosissimi allo stesso tempo. In particolare, l’abito di Rihanna ha un mix di stile impero, drappeggi candidi e trasparenze che lo rendono originalissimo e stupendo, soprattutto sulla pelle ambrata della cantante, esaltandone la silhouette perfetta. E, ovviamente, il decolté arricchito da pietre viola. Anche Justin Timberlake se n’è accorto e ha saputo consolarsi dell’assenza della compagna con una tale piacevole vista. {jcomments on}