renzi aib fiFischi e contestazioni per il premier intervenuto all’assemblea dell’Associazione industriali.A Brescia era già in corso la manifestazione di protesta contro il presidente del Consiglio organizzata da centri sociali, Cobas e movimenti studenteschi.

 

150 persone si sono ritrovate all’esterno della fermata della metropolitana Casazza, a pochi chilometri dalla Palazzoli Srl, l’azienda dove si svolge l’assemblea dell’Associazione industriali. Fuori dall’azienda invece si è riunita la Fiom di Brescia per un’assemblea contro le politiche sul lavoro del Governo.
Mentre il premier faceva il suo ingresso alla Palazzoli, sede dellp’assemblea degli industriali, a distanza si sentivano fischi e contestazioni dei lavoratori che protestano contro il Jobs Act. Su uno striscione della Fiom si legge: “Renzi non hai mai lavorato giù le mani dal sindacato”.
Dopo il primo tentativo di sfondamento per avvicinarsi il più possibile alla Palazzoli, l’azienda che ospita l’incontro, respinto dalla polizia, c’è stato un tentativo di circumnavigare la palazzina. Dal corteo lancio di uova, fumogeni e anche qualche pietra verso gli agenti, che, continuano, anche a colpi di manganelli, ad impedire al corteo di avvicinarsi alla Palazzoli.
‘Lei si è assunto il pesante fardello di far uscire l’Italia dalle secche di regole e culture sorpassate che sappiamo ci condurrebbero a un lento ma inarrestabile declino”. Così il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, si rivolge al presidente del Consiglio Renzi durante l’assemblea degli industriali di Brescia.

{jcomments on}