Si tratta del progetto futurista di un incubator inglese che lavora nell’innovazione industriale, il Center for Progress Innovation.

L’idea è quella di un aereo senza quei piccoli finestrini dai quali non tutte le file di poltroncine possono sbirciare fuori, per vedere attraverso le nuvole e sentirsi davvero con i piedi per aria.

Questo sarà, quindi, un aereo en plein air! Un aereo caratterizzato da una fusoliera ultraleggera totalmente formata da schermi flessibili di tecnologia Oled che proiettano all’interno ciò che telecamere esterne riprendono. In poche parole: i maxi schermi avvolgeranno i passeggeri dando loro la sensazione di essere letteralmente sospesi in aria.

Una soluzione di grande impatto scenico, altamente suggestiva, ma anche in definitiva green ed economica. La leggerezza dei materiali, infatti, consentirà di ridurre il peso del velivolo, quindi il consumo di carburanti e la conseguente emissione di CO2.

Non è nuova l’idea dell’eliminazione dei finestrini: già ideata per i cargo ma anche per lo Spike S-512, il velocissimo business jet da 12-18 passeggeri della Spike Aerospace.

Alcuni addetti ai lavori, in effetti, conservano dei dubbi sull’assenza dei finestrini, importanti per capire se, soprattutto durante il decollo, ci possano essere problemi a componenti come i motori.

Indubbiamente fare un viaggio totalmente immersi nel cielo sarebbe un’esperienza eccezionale!

 {jcomments on}