I decocratici rinunciano a Luciano violante come membro per la Corte Costituzionale. Il segretario matteo Renzi, domani vedrà i capogruppo di Senato e Camera Luigi Zanda e Roberto Speranza per la scelta di un nuovo candidato. Matteo Renzi ha riconosciuto ai parlamentari PD di essere ancora “corresponsabili” di un ritardo nella nomina dei due giudici costituzionali di nomina parlamentare che ormai ha superato i 115 giorni. Il premier apprezza Napolitano, che “ha sfidato le Camere in una situazione di stallo”, per la scelta dei sostituti del presidente Giuseppe Tesauro e di Sabino Cassese con 22 giorni di anticipo rispetto alla naturale scadenza del 9 novembre