MarinoIgnazio Marino a tutto campo dai microfoni di Radio Rai2. Intanto annuncia a sorpresa la sua ricandidatura, definendola «automatica». Si vede che il mestiere di sindaco comincia a piacergli considerato che da candidato e da neoeletto, Marino aveva messo subito le cose in chiaro: resterò cinque anni. Non di più.

Il tempo, secondo lui all’epoca, necessario per “dare l’impronta” del cambiamento e poi via, altrove. Una dichiarazione che potrebbe suonare come un inc  ubo per molti abitanti della Capitale.
Ma Marino sulle onde radio ha fatto molto di più e si è detto un fan delle droghe: «Sono fortemente attratto dalle sostanze stupefacenti ma non ne ho mai utilizzata nessuna, perché ho paura dal punto di vista medico. Certo mi sono interrogato. Certo, vedendo il batterista dei Rolling Stones che a quasi 75 anni suona 2 ore e mezza con energia diventa difficile spiegare ai figli che le droghe non vanno usate». Un messaggio «stupefacente» replica subito l’opposizione con il capogruppo FdI, Ghera; rincara Pomarci (Ncd): «Ho dubbi sul fatto che non le abbia mai usate» e ancora Rossin (Fi): «Si candidi a sindaco di Amsterdam».

{jcomments on}