Non bisogna frequentare una scuola di magia dispersa nella verde campagna inglese, né avere una civetta che ti recapiti il pacco.

Il mantello dell’invisibilità ora è realtà e soprattutto ‘low cost’

I fisici Joseph Choi e John Howell, dell’università americana di Rochester, hanno creato un sistema di quattro lenti comuni capace di generare una sorta di illusione ottica che nasconde gli oggetti alla vista.

Queste lenti, poste a distanza regolare fra loro, deviano la luce, facendola ruotare intorno all’oggetto senza colpirlo. Sostanzialmente, dunque, l’oggetto viene nascosto con la luce.

E’ molto interessante questa tecnologia poiché funziona a livello macroscopico e su una larga banda. Dunque può essere applicata ad esempio nel cinema, per la produzione di nuovi effetti speciali.

La metodologia dev’essere ancora perfezionata: l’oggetto, infatti, risulta nascosto solo per pochi gradi (circa 15 gradi) e questo vuol dire che se lo spettatore si sposta riesce comunque a vederlo.

Qui il video elaborato dall’Università di Rochester: https://www.youtube.com/watch?v=vtKBzwKfP8E

{jcomments on}