Nove persone sono state arrestate stamane all’alba in Spagna, a Melilla e Nador, con l’accusa di terrorismo e di appartenenza a una cellula della jihad collegata allo Stato islamico (Isis).

Secondo fonti del fonti del ministero dell’Interno, fra gli arrestati – 8 di nazionalità marocchina e 1 spagnolo – ci sono arruolatori e combattenti della jihad in procinto di partire per la Siria o l’Iraq o di ritorno dai territori di guerra. Lo spagnolo è il presunto capo della cellula che operava fra Melilla, l’enclave spagnola in Marocco e Nador, in territorio magrebino. L’operazione è ancora in fase di svolgimento. {jcomments on}