Tragedia della follia in Florida, dove un uomo ha ucciso la figlia e i suoi sei nipotini, di eta’ compresa tra i tre mesi e dieci anni, e poi si e’ sparato.
L’uomo, il cinquantunenne Donald Spirit, era un pregiudicato noto alla polizia per vari reati, tra cui alcuni relativi agli stupefacenti. Nel 2001 aveva ucciso il figlio Kyle, di otto anni, sparandogli alla testa in quello che era stato giudicato un incidente di caccia. In seguito era stato condannato a tre anni di prigione per detenzione illegale di armi da fuoco. Ieri pomeriggio, l’uomo ha chiamato la polizia alla sua abitazione e quando gli agenti sono arrivati ha rivolto l’arma verso se’ stesso e ha fatto fuoco, uccidendosi, secondo quanto ha riferito ai giornalisti lo sceriffo locale Robert Shultz, che non ha voluto rivelare che tipo di arma sia stata usata per la strage.