È morto per un infarto il presidente del Banco Santander Emilio Botin, 79 anni. È quanto riporta una nota dell’istituto. La morte di Emilio Botin ha provocato una caduta iniziale del titolo del Santander nella Borsa di Madrid dell’1,3%, dato che la personalità del presidente, che aveva assunto l’incarico dal 1986 succedendo al padre, aveva finora assicurato stabilità all’istituzione.
Prima dell’improvviso decesso, Botin, che ogni tre anni sottoponeva il suo incarico alla giunta di azionisti, stava preparando con discrezione la sua successione, al compimento degli 80 anni. Secondo fonti vicine al gruppo citate dai media, meditava di non presentarsi per la rielezione e di cedere l’incarico alla figlia, Ana Patricia Botin, attuale consigliera e responsabile del Santander nel Regno Unito.