E’ di almeno 367 morti, cinque dispersi e 1.800 feriti l’ultimo bilancio del violento terremoto di magnitudo 6.1 che ieri ha colpito la provincia meridionale cinese dello Yunnan. Lo riporta l’agenzia d’informazione ufficiale Nuova Cina. L’ultimo bilancio parlava di 357 morti e 1.300 feriti. I soccorritori sono tuttora al lavoro – riferisce Nuova Cina -, con le operazioni rese difficili dalle frequenti repliche e da piogge intense. Sono 57.200 gli sfollati.