manservantTutte le mie amiche si stanno gradualmente sposando. Io stessa sono sposata. Di addii al nubilato, dunque, ormai un po’ me ne intendo. In generale, sono ferratissima nei party di sole donne, nelle uscite serali con aperitivi che si trasformano in cene condite da gamberoni brasiliani e dialoghi imbarazzanti.

L’argomento, è chiaro, nella metà dei discorsi è esplicitamente l’universo maschile e il nostro rapporto con esso (nell’altra metà noi donne dalla coroncina perennemente a terra riusciamo benissimo ad infilarlo – se mi si passa il doppio senso – anche laddove non ce ne sarebbe assolutamente posto e bisogno!).

Dunque, il tema uomo è davvero vasto, ma si può dire che spesso le argomentazioni gravitano intorno alla problematica della comunicazione. Uomini che non capiscono cosa vogliamo, cosa cerchiamo, che credono basti un gioco da prestigiatore, che so di quelli con un foulard per esempio, per farci contente.

E così, parlando proprio di trucchetti scontati, torniamo al punto di partenza: gli addii al nubilato.

La frase che ho sentito dire più di frequente durante le meticolose organizzazioni è: “La sposa AS-SO-LU-TA-MEN-TE non vuole uno spogliarellista!”. Eh sì, nel 2014 c’è ancora chi ritiene che un uomo sudato e unto in egual misura, che ti si struscia addosso coi suoi muscolacci pompati e un tanga rosso con paillettes che farebbe rabbrividire anche Jessica Rabbit, faccia ancora sbavare una donna che ormai di uomini unti e sudati ne trova tra spiaggia e palestra quanti ne vuole.

Un grezzone che ti invita a toccarlo dove non batte il sole a chissà quale costo smodato per le tue amiche invitate, pensate sia davvero il sogno proibito di una donna che sta per legarsi ad un uomo per la vita?
E se lei invece desiderasse un servitore?

Lei sa che appena varcata la soglia di casa lui riporrà a terra e in ordine sparso il suo bellissimo vestito nuziale e riprenderà clava, slippino e ciabatta come rivendicazione del potere casalingo.

Noi donne ne siamo consapevoli, e solo questo dovrebbe bastare a darvi la certezza che ci sposiamo per amore.

E proprio da questa consapevolezza e dall’astuzia di due pubblicitari di San Francisco, che a Settembre partirà il servizio di ManServant. “Se odiate una vostra amica regalatele uno spogliarellista, ma se le volete bene puntate su un uomo servitore.” Ecco lo slogan vincente! Uomini bellissimi, che potrete scegliere accuratamente, saranno al servizio della vostra amica futura sposa per accontentare ogni suo desiderio, come una vera principessa. Per poter provare una volta nella vita che effetto fa sentirsi dire la frase “Ogni tuo desiderio è un ordine!”.

Ps: Guardate il video, davvero interessante…
http://manservants.co/

{jcomments on}