L’esercito israeliano ha mobilitato 16.000 riservisti supplementari, portandoli a 86.000 in vista del proseguimento dell’operazione militare nella Striscia di Gaza. Lo ha annunciato oggi un portavoce dell’esercito.
“L’esercito ha emesso 16.000 ordini di mobilitazione supplementari per permettere alle truppe sul terreno di riprendersi, portando il totale dei riservisti effettivi a 86.000”, ha spiegato la fonte. Secondo la radio pubblica, la decisione è stata presa all’unanimità dal gabinetto di Sicurezza dopo una riunione di cinque ore, per proseguire gli attacchi contro gli “obiettivi terroristici” e le operazioni di “neutralizzazione” dei tunnel di Hamas. L’emittente ha aggiunto che una nuova riunione del gabinetto di Sicurezza, che comprende otto ministri, è prevista oggi pomeriggio. Citato dalla radio pubblica, un generale responsabile del settore di Gaza ha spiegato che la distruzione dei tunnel è “una questione di giorni”.
Il bilancio aggiornato dei palestinesi uccisi a Gaza dal fuoco israeliano e’ di 1.336 vittime. Lo afferma l’agenzia di stampa al-Ray, vicina a Hamas. I feriti sono oltre 7.200. La agenzia Maan scrive che nella giornata odierna i morti sono oltre 70.