Venti palestinesi che si erano rifugiati in una scuola Onu sono stati uccisi all’alba di oggi da un bombardamento israeliano nel nord della Striscia di Gaza, secondo i servizi di soccorso locali. Secondo le fonti, colpi di carro armato contro il campo profughi di Jabaliya hanno colpito in pieno le stanze di due classi della scuola dell’Unrwa, l’agenzia Onu per i rifugiati palestinesi. Un responsabile dell’Unrwa al momento ha confermato da parte sua la morte di almeno 15 persone.