Avanti tutta con l’assegnazione dei domini generici di primo livello .vin and .wine. Anche perché, a dispetto delle rimostranze pubbliche europee, “l’Icann non ha ad oggi ricevuto alcun esposto ufficiale” contro il procedimento. E’ quanto afferma Jean-Jacques Sahel, vicepresidente per l’Europa dell’organismo no profit che gestisce alcune delle funzioni chiave della governance di Internet.
Per  quanto riguarda .wine il prossimo passo sarà la risoluzione di un contenzioso tra i tre soggetti che hanno contemporaneamente presentato richiesta di registrazione. Se la fase conciliatoria non andasse a buon fine, procederemo all’assegnazione per il tramite di un’asta pubblica. Quanto a .vin, invece, la tappa successiva sarà l’invito all’unico richiedente a completare la procedura di registrazione.