matteo-salvini-620x350Un Matteo anche per il popolo dei moderati. E’ Salvini, leader della Lega Nord, che potrebbe presto ricevere il testimone per la guida del Centrodestra da Silvio Berlusconi.
Del resto un sondaggio riservato commissionato dal Cavaliere parla chiaro: quasi il 50% degli elettori del Centrodestra indica il segretario del Carroccio.

 

Non piacciono, invece, gli altri pretendenti al trono come Corrado Passera, Giorgia Meloni e Angelino Alfano.
Peraltro Salvini oltre che primo al Nord riulta ben piaxxato anche al Centro e al Sud.
Del resto salvini ha ridato smalto a una lega che mnolti davano per morta dopo gli scvandali che hanno coinvolto anche la famiglia Bossi. E alle elezioni europee ha ottenuto un risultato più che lusinghiero, unica forza del polo di destra ad avanzare invece di arretrare.
Salvini è poi perfetto per riportare a casa chi, di destra, vota il Movimento 5 stelle. Perfetto per accoppiarsi con i Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni e Guido Crosetto, fermi a una passo dallo sbarramento: «Al momento la tattica ci divide dal Carroccio, ma domani chissà… » dice senza giri di parole Crosetto, convinto che comunque «non sarà più Forza Italia il motore trainante della coalizione» e che quello «è un ruolo che spetta a noi e alla Lega». Il gigante della destra, d’altronde rivendica: «Salvini mi è pure simpatico, una volta mi ha confessato di essere “crosettiano”…».
E oltre ai Fratelli d’Italia anche quelli di Forza Italia e del variegato, e troppo diviso, arcipelago dei moderati.

{jcomments on}