IsraeleTensione altissima nella striscia di Gaza. Le sirene sono risuonate per la seconda volta a Tel Aviv e nel resto dell’area della città. Le sirene di allarme sono risuonate per la prima volta a Gerusalemme. Almeno sei persone sono poi morte in un raid aereo israeliano sul nord della Striscia di Gaza, secondo quanto affermano fonti mediche palestinesi. Secondo le fonti è stata colpita un’abitazione di Beit Hanun.

 

Il sistema antimissili israeliano Iran Dome ha intercettato quattro razzi lanciati dalla Striscia di Gaza verso Gerusalemme. Il braccio armato di Hamas, le Brigate Ezzedin al-Qassam, ha rivendicato il lancio di razzi contro Gerusalemme, Tel Aviv e Haifa. “Per la prima volta le Brigate Qassam hanno lanciato contro Haifa un razzo R160, contro Gerusalemme quattro razzi M75, e contro Tel Aviv altri quattro razzi M75”, affermano le Brigate in un comunicato.
Il comune di Tel Aviv aveva preparato l’apertura dei rifugi pubblici con le minacce di Hamas rivolte alla città. Anche la rotta dei voli in arrivo e in partenza dall’aeroporto Ben Gurion è stata spostata più a nord per tema dei lancio di razzi da Gaza.
Netanyahu ha quindi dato istruzioni all’esercito per una possibile offensiva terrestre nella Striscia. Lo ha detto Haaretz citando una fonte ufficiale presente ad una riunione a Tel Aviv. “L’offensiva terrestre è sul tavolo e le istruzioni del premier sono prepararsi ad una profonda, lunga, continua e forte campagna a Gaza”, ha detto. Il premier israeliano si è quindi rivolto a tutti i cittadini di Israele “per stare uniti come un’unica persona, visto che i terroristi di Hamas vedono gli israeliani come un unico obiettivo per i loro attacchi”
Intanto quattro uomini rana palestinesi, partiti da Gaza, sono stati uccisi in Israele presso la localita’ di Ziqim (Ashqelon). Stavano preparando un grave attentato, secondo i media.

{jcomments on}