E’ avvenuto ieri il primo incontro di papa Francesco con le vittime di abusi del clero, che hanno partecipato ieri mattina alla messa celebrata a Santa Marta.

Gli abusi del clero sui bimbi, e in particolare i suicidi di chi non ha retto alla pena, “pesano sul mio cuore, sulla mia coscienza, e su quella di tutta la Chiesa”, ha detto il Papa nell’omelia della messa con sei vittime di violenze di preti, violenze che, ha ribadito, sono “atti esecrabili che hanno lasciato cicatrici per tutta la vita”.

“Davanti a Dio e al suo popolo – ha detto il Papa – sono profondamente addolorato per i peccati i gravi crimini di abuso sessuale commessi da membri del clero nei vostri confronti, e umilmente chiedo perdono”. Ha chiesto perdono anche per i “peccati di omissione da parte dei capi della Chiesa”. {jcomments on}