grillo-renzi-2“Il confronto potrà svolgersi solo dopo formali risposte” da parte del movimento di Grillo. Sulla stessa linea anche la deputata Alessandra Moretti. “Per sedersi intorno ad un tavolo bisogna ragionare in maniera approfondita. Serve un documento, non basta un’intervista”, così il Pd in relazione all’incontro sulle riforme con la delegazione del Movimento 5 Stelle previsto per oggi pomeriggio.

 

Insomma, in mancanza del richiesto documento scritto sulle proposte per la rioforma della Legge elettorale il Pd non inconterà i grillini. Si mettano l’animo in pace i pentastellati e anche i seguaci di Pier Luigi Bersani che, invece, vorrebbero che si incontrassero solo i parlamentari del M5S.
 I democratici spiegano così la decisione di far saltare l’incontro: “Il Pd – si legge nel breve messaggio di Speranza – considera questo confronto molto serio e importante per il dibattito democratico nel nostro Paese e per dare più forza al percorso delle riforme. Proprio per queste ragioni – aggiunge Speranza – riteniamo imprescindibile che tale confronto possa svolgersi solo dopo che saranno pervenute formali risposte alle questioni indicate nei giorni scorsi dal Pd”.
Il riferimento è alla richiesta ai cinquestelle da parte di alcuni esponenti dem (Bonafè, Ginefra e Faraone) di rispondere con un testo scritto al memorandum in 10 punti sulle riforme istituzionali e sulla legge elettorale.
In mattinata il vice presidente della Camera e deputato cinquestelle, Luigi Di Maio, aveva invece confermato: “Oggi io, Danilo Toninelli, Paola Carinelli e Maurizio Buccarella vedremo il Pd per l’incontro decisivo sulla legge elettorale”
La delegazione M5S si sarebbe dovuta presentare alle 15 alla Sala del Cavaliere alla Camera. Al post su Facebook, Di Maio aveva allegato la sua intervista al “Corriere della Sera” nella quale, spiegava il vice presidente della Camera, sono contenute le “risposte alle domande che si pone il Pd”.
Non solo. Sul blog di Beppe Grillo era stato annunciato che l’incontro sarebbe stato trasmesso in streaming sul Blog e su La Cosa.

{jcomments on}