Decine di persone, forse più di cento, sarebbero state uccise in un nuovo attacco degli islamisti di Boko Haram contro cinque chiese dei villaggi nei dintorni di Chibok, la località del nord est della Nigeria in cui lo scorso aprile sono state rapite 270 ragazze. Lo riferisce il Daily Post.
Secondo quanto riferiscono inoltre testimoni oculari, fra le vittime, fedeli che assistevano o si recavano alla messa, vi sono anche donne e bambini. “Non siamo in grado di dire quanti cadaveri ci sono, ma mi hanno detto che gli assalitori hanno dato fuoco ad almeno tre chiese”, ha spiegato un testimone secondo cui i militari nigeriani non hanno risposto alla richiesta di aiuto degli abitanti dei villaggi: “Se ne sono andati e si sono nascosti nella foresta”.