E’ stato catturato il sergente in fuga da due giorni dopo aver ucciso cinque commilitoni e averne feriti altri sette, tutti componenti di un’unità della 22/ma divisione dell’Esercito in servizio sul confine tra le due Coree. Lo comunica il ministero della Difesa sudcoreano.

L’uomo, 22 anni, è stato bloccato su una collina a Goseong, 220 km a nordest di Seul, dopo aver tentato invano il suicidio con il suo fucile K-2. {jcomments on}