Maturita-prima-provaUna maturità sempre più connessa, quella di quest’anno aperta questa mattina con la prima prova scritta, il tema d’italiano, che vede impegnati oltre 500.000 studenti italiani.

 

 

 

Sempre più connessa perché anche quest’anno il vecchio sistema di consegna delle tracce è stato affidato al web mediante una password – un codice di 25 tra numeri e lettere – che il ministro Giannini ha dettato questa mattina in diretta al Tg1 che, abbinata a quella già in possesso dalle singole commissioni, ha consentito di scaricare i temi da proporre ai ragazzi.

Per l’analisi del testo è stata scelta la poesia di Quasimodo “Ride la gazza nera sugli aranci” della raccolta “Ed è subito sera”.

Il tema di ordine generale consiste in una frase tratta da “Il rammendo delle periferie”, articolo di Renzo Piano: “Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile”.

La traccia a tema storico riguarda il confronto dell’Europa tra 1914 e 2014. Nel centesimo anniversario della prima Guerra mondiale, gli studenti sono chiamati a riflettere su com’è cambiata la situazione del continente in un secolo.

Per il saggio breve in ambito artistico letterario il titolo è «Il dono», mentre per il saggio breve in ambito scientifico si suggerisce di riflettere su «la pervasività delle tecnologie».

Infine, “Violenza e non violenza nel ‘900, Tecnologie pervasive e nuove responsabilità”, tra le altre tracce proposte.

“Credo che questa prova darà a tutti la possibilità di esprimersi al meglio”, ha detto il ministro Giannini. “Il consiglio? Leggerle molto attentamente subito, concentrarsi e poi una volta scelto chiudere il file della memoria sugli altri e cercare di fare il meglio”{jcomments on}