Mosca ha interrotto le forniture di gas all’Ucraina. Lo ha detto il ministro dell’Energia di Kiev, Iuri Prodan, promettendo che comunque il flusso del metano verso l’Europa proseguirà. Gazprom ha emesso il comunicato dopo che è trascorsa la scadenza di questa mattina. Il termine è trascorso senza che i negoziatori riuscissero a raggiungere un accordo con la Russia sui prezzi del gas e sulle bollette non pagate.

Gazprom ha annunciato di aver avvertito la Commissione europea di “possibili interruzioni” delle forniture del gas verso l’Europa, se l’Ucraina, alla quale Mosca ha sospeso le consegne per morosità, preleverà metano dai volumi in transito. Il gruppo ha ricordato che la società del gas ucraina Naftogaz “è obbligata a garantire il transito” verso l’Europa, in virtù dei contratti in vigore nei volumi specificati.