JetBlueE’ successo durante il volo New York-Boston della compagnia americana JetBlue. La sventurata protagonista di questa strana vicenda è una bimba di tre anni alla quale è stato vietato di andare in bagno.

Il motivo? L’aereo era fermo sulla pista a causa di un ritardo e secondo le regole nessun passeggero deve lasciare il suo posto. A nulla sono valse le proteste della madre, Jennifer Deveraux, neanche quando ha provato a muoversi per asciugare il sedile su cui la bambina non era più riuscita a trattenere la pipì. «Mi hanno detto che l’aereo era sulla pista e non si poteva, ma eravamo fermi. Così la mia piccola si è ritrovata in una specie di piscina».

La signora ha denunciato l’accaduto anche ai media, così che la compagina aerea si è arresa e ha pronunciato delle scuse formali: «Ma abbiamo seguito le regole», insistono. Per dare peso al gesto la JetBlue ha risarcito la signora con 50 dollari di credito per un nuovo volo (lo prenderà mai?) e 5.000 da donare a un’associazione benefica a scelta della madre.

{jcomments on}