occaforte-estremistiAllarme in Irak: Mosul, la seconda città del Paese che dovrebbe essere stato liberato dagli americani, è caduta nelle mani dei miliziani legati ad Al Queda che già controlla Falluja e che ha dato vita allo Stato Islamico dell’Irak e Siria e al califfato islamico dell’Irak


La formazione guidata dal misterioso Abu Bakri al Baghdadi, oltre a far tremare il governo del premier Nouri Al Maliki e minacciare la stessa capitale irachena, da due anni combatte anche al di là della frontiera siriana. Là, oltre a governare la città di Raqqa, dove un anno fa sequestrò il prete italiano Paolo dell’Oglio, detta legge su vaste zone intorno ad Aleppo e Qamishli. Insomma mentre l’America di Obama, la Francia di Francois Hollande, l’Inghilterra di David Cameron e l’Europa di Angela Merkel sognavano di armare i ribelli, deporre Bashar Assad e sottrarre l’Ucraina al «malvagio» Putin, a cavallo tra e Irak e Siria prendeva liberamente forma il primo bozzolo di Califfato Islamico.
La cecità di Obama & C. è tale da non volr assolutamente vedere quanto sta accadendo e ad ignorare il grave pericolo che è insito nella crescente espansione dei gruppi fedeli ad Al Qeda.
Un Califfato pronto a diventare l’incubo dei cristiani nord iracheni e il nuovo centro d’attrazione per migliaia di apprendisti terroristi islamici con passaporto europeo.