Sorprese ai ballottaggi delle amministrative. Crollano due tradizionali roccaforti del Pd come Livorno e Perugia che passano la prima al Movimento 5 stelle e la seconda a Forza Italia.  Mentre a Padova si impone il sindaco della Lega.


Per contro passano al Pd Pavia con la clamorosa sconfitta di Alessandro Cattaneo emergente del centrodestra, Cremona e Bergamo con l’affermazione di Giorgio Gori.
A Livorno, roccaforte rossa, ha vinto Filippo Nogarin, candidato per il Movimento 5 Stelle che ha vinto anche a Civitavecchia, nel Lazio. Un’altra clamorosa sconfitta per il centrosinistra si registra a Padova dove ha vinto Massimo Bitonci, sostenuto da Lega e Fi. Sconfitta pesante per il Pd anche a Potenza dove ha vinto Dario De Luca.
Il Pd è riuscito a confermarsi a Modena con Giancarlo Muzzarelli che aveva sfiorato la vittoria al primo turno e ha battuto il grillino Marco Bortolotti, che ha potuto contare sul centrodestra e Lega; a Terni e Bari, dove il nuovo sindaco è Antonio Decaro. Al Partito democratico vanno anche Vercelli, Pavia dove Carlo Cattaneo ha perso la sfida contro Massimo Depaoli, Verbania, Cremona, Biella, Pescara, Foggia e Bergamo al centrodestra.