Domani all’assemblea di Confindustria all’auditorium Parco della Musica di Roma non interverrà il presidente del Consiglio. Al suo posto sarà presente Federica Guidi, ministro dello Sviluppo Economico.

Così come per il congresso della Cgil di aprile, anche questa volta Renzi ha deciso di non partecipare a un’assise di organizzazione sindacale o di categoria. Una scelta utile a rimarcare le distanze.
In ogni caso Confindustria non considera l’assenza del premier all’Assemblea come un messaggio ostile. “Molti di noi hanno votato per lui, anche chi di solito votava centrodestra”
“Renzi avrebbe preso un grande applauso, sicuramente” si dice in viale dell’Astronomia,  sottolineando che “molti imprenditori hanno votato per lui, moltissimi. Anche quelli che tradizionalmente votavano per il centrodestra alle europee hanno scelto di votare per lui”.
In ogni caso l’assenza del premier  “non la consideriamo un messaggio ostile”. Questo anche perché “è un comportamento coerente con quello che Renzi ha fatto negli ultimi mesi. Non è andato al congresso della Cgil, non poteva venire da noi. Sta facendo un lavoro di disintermediazione che un po’ ci può complicare la vita, ma che evidentemente lo sta premiando”.