naomi 196x0Erano gli anni ’90, non so bene quando, ma ho un ricordo vivo, impresso a fuoco nella mente. Stavo cenando e la tv era accesa, c’era un telegiornale. Distrattamente alzo lo sguardo e vedo una donna bellissima che sfila con un lungo vestito nero, una pantera dalla grazia felina che mi ha immediatamente ammaliata.

E’ stato quello il primo momento in cui mi sono accorta dell’esistenza della Venere Nera, quella che per me ancora oggi è l’unica vera top model, il prototipo di fascino, grazia ed eleganza cui una donna, semplicemente camminando, dovrebbe ambire.

 

Erano gli anni delle supermodel, di Claudia Schiffer, Linda Evangelista, Cindy Crawford, Elle McPherson e lei, Naomi Cambpell, anni in cui era la modella la vera padrona della scena, in cui il vestito diventava l’ornamento bellissimo di una donna favolosa.

Naomi Cambpell nasce a Londra il 22 maggio di 44 anni fa e inizia la carriera di modella giovanissima, testimonial delle più grandi case di moda da Versace, a Cavalli, a Valentino, Yves Saint Laurant, Dolce & Gabbana e moltissimi altri. Tutti la volevano, tutti la vogliono ancora.

A soli 18 anni compare sulla copertina di Vogue Francia: fu un successo personale di enorme valore, considerato che nessun’altra donna di colore prima aveva mai raggiunto questa conquista.

Non c’era giornale, notizia di gossip, immagine di moda, trucco di bellezza che non la citasse, in cui non venisse presa a modello, che non la elogiasse, che non sfruttasse la sua immagine per fare un po’ di audience.

La Venere Nera è stata per lunghissimo tempo regina incontrastata delle passerelle: oggi sappiamo che la carriera di una modella dura qualche anno al massimo. Lei invece ha dominato per decenni senza che il tempo scalfisse la sua grazia e il suo stile, senza che prima gli enta e ora gli anta potessero mettere in discussione la sua bellezza.

Naomi Cambpell è una persona come tante, che ha vissuto gioie e dolori come tutti, forse con l’aggravante di averlo dovuto fare in mondovisione; una professionista che ha avuto una brillante carriera grazie alla quale vanta un patrimonio di oltre 48 milioni di dollari; ma anche una donna che ha amato uomini importati, anche nostrani – Vedi Flavio Briatore che quando fa iniziato la sua love story con l’attuale moglie ho pensato “Sul serio? Dopo Naomi!…” – e che con i suoi flirt, i suoi viaggi le sue sfilate, le gambe chilometriche e lo sguardo ammaliante ci ha fatto sognare per lungo tempo.

Non posso che essere riconoscente a questa donna che mi ha mostrato cos’è veramente la femminilità e non posso che augurarle un buonissimo 20falsesimo compleanno. Ma infondo anche no…un buon 44esimo compleanno ad una donna che nel tempo ha trovato un alleato. {jcomments on}