Svolta nelle indagini sul triplice omicidio di Tempio Pausania, dove madre, padre e figlio (Giovanni Azzena, di 50 anni, la moglie Giulia Zanzani, di 46, e il piccolo Pietro, di 12) sono stati uccisi brutalmente: i carabinieri hanno fermato un artigiano 35enne amico di famiglia. Si chiama Angelo Frigeri, incensurato. Fuori dalla caserma dei carabinieri si è radunato un folto gruppo di cittadini che visto l’artigiano contro il quale ha inveito urlando “Bastardo, bastardo”.