condominiSempre più italiani sono in difficoltà a saldare i canoni delle loro abitazioni e il numero degli sfratti è in deciso aumento: negli ultimi 5 anni ne sono stati emessi oltre 311mila
Per contro ci sono  oltre 2 milioni e mezzo di case vuote su tutto il territorio italiano (contro le 700mila nel Regno Unito per fare un esempio).

A tracciare il quadro è il dossier di Legambiente ‘Basta case vuote di carta’ che analizza, oltre al consumo di suolo nel nostro Paese, la diffusione delle case inutili e inaccessibili per chi ne avrebbe bisogno.
Basti pensare che ben 650mila famiglie per reddito e condizioni avrebbero diritto ad un alloggio di edilizia popolare. Per Legambiente, servono nuove politiche, con risorse stabili per riqualificare il patrimonio edilizio pubblico in locazione e per creare nuovi alloggi negli ambiti di riqualificazione, con nuovi strumenti urbanistici e fiscali da affidare ai Comuni per gestire il patrimonio immobiliare. Interventi che mancano completamente nel decreto Lupi sulla casa in corso di approvazione in Parlamento.
Dal dossier emerge che sono 865mila gli edifici residenziali in aree ad alto rischio sismico, per un totale di circa 1,6 milioni di abitazioni, mentre il totale degli edifici residenziali a rischio medio ed alto raggiunge i 4,7 milioni, con punte elevatissime in Sicilia (oltre 1,2 milioni di edifici) ed in Campania (quasi 800 mila edifici).
Gli edifici residenziali a rischio frane ed alluvioni sono oltre 1,1 milioni (2,8 milioni di abitazioni e 5,8 milioni di persone che ci abitano), in particolare in Campania ed Emilia-Romagna dove si trovano rispettivamente 442 mila e 416 mila abitazioni, per un totale di oltre 300.000 edifici residenziali e 2 milioni di residenti coinvolti.

{jcomments on}