Arrestato dalla Polizia il presunto omicida della donna trovata crocifissa e uccisa lo scorso 5 maggio alle porte di Firenze.
L’uomo fermato come presunto autore dell’omicidio della giovane donna romena e’ un idraulico fiorentino di 55 anni. Perquisita la sua abitazione. Si chiama Riccardo Viti, la sua compagna lavora all’ospedale di Careggi. L’arresto e’ avvenuto all’alba in via Locchi, zona Careggi, alla periferia nord di Firenze.
Le braccia di Cristina Zamfir erano state legate a un palo con un nastro adesivo col marchio proprio dell’ospedale fiorentino.
E’ stato messo sotto interrogatorio dal pm Canessa e ha iniziato una parziale confessione. Il pm ha coordinato le indagini su questa vicenda che inizia nel 2006 con il caso di una prostituta legata, violentata e abbandonata nuda da un uomo. Da allora altri sei episodi simili accaduti tra Firenze e Prato.