E’ già arrivato il primo problema per il nuovo amministratore delegato di Microsoft, Nadya Satella. E’ emerso, infatti, da una ricerca condotta dalla società di sicurezza FireFive Inc. che Internet Explorer presenta una falla di sicurezza già utilizzata per ”limitati e mirati” cyberattacchi.

La falla in questione consente ai cybercriminali di rubare i dati degli utenti, ‘travestendosi’ da siti amici e conosciuti.

”Chi attacca con successo sfruttando il difetto può acquisire gli stessi diritti dell’utilizzatore, assumendo anche il possibile intero controllo del sistema – afferma Microsoft -. Chi attacca potrebbe anche essere in grado di installare programmi o creare nuovi account”. {jcomments on}