I militari della Guardia di Finanza di Milano hanno sequestrato la villa, le scuderie, i magazzini e l’autorimessa di Gianna Nannini a Siena in un’inchiesta che ipotizza un’evasione fiscale di circa quattro milioni. Secondo l’accusa, avrebbe sottratto al fisco 3 milioni e 750mila euro interponendo tra la sua società milanese una società irlandese e un’altra olandese per non pagare in Italia le royalties di dischi e concerti, ma in Stati in cui la tassazione è più favorevole.