Il 2013 segna un crollo nei prezzi delle abitazioni, scesi del 5,6% rispetto al 2012, quando il ribasso era stato del 2,8%. La diminuzione è quindi il doppio più intensa. Lo rileva l’Istat, ricordando la crisi del ‘mattone’, ovvero che il calo ”si è manifestato in presenza una flessione del 9,2%” nelle compravendite