berlusconi-tf-lapresse-258Clamorosa decisione del leader di Forza Italia. “E’ ormai chiaro che Renzi non ha alcuna intenzione di rispettare gli accordi sottoscritti. La sua decisione di portare avanti la riforma del Senato e del Titolo quinto della Costituzione al posto dell’Italicum ne è la prova evidente” ha detto l’ex presidente del Consiglio intervistato dal quotidiano di Lugano “Corriere Ticinese”.  Da qui, ha detto Berlusconi, una seria riflessiona da parte mia sul futuro della politica, ma, ancor più, del nostro Paese”.

 

Berlusconi non ne ha solo per il premier. Nel suo ragionamento non può mancare un attacco alla magistratura politicizzata.
“Ma non  basta – ha detto al quotidiano elvetico – In Italia, ormai, tutto passa per la magistratura. Sono i giudici, sempre orientati a sinistra, a decidere le composizioni dei governi, le presidenze delle amministrazioni locali, persino la composizione dei consigli di amministrazione delle grandi imprese di Stato secondo quanto prevede una disposizione del ministro dell’Economia Padoan diramata proprio in questi giorni”.
Da qui l’improvviso annuncio. “Dopo anni di battaglie per la libertà di questo Paese e un diuturno impegno a favore della nostra economia e delle nostre istituzioni, visti vani tutti gli sforzi miei e dei miei collaboratori nonchè l’attacco frontale cui da troppo tempo sono sottoposto, ho deciso, d’intesa con i miei figli e i familiari a me più vicini, di abbandonare l’attività politica”
Berlusconi è deluso soprattutto da Renzi
“Con lui avevamo fatto un’intesa seria basata su tesi condivise – ha sottolineato al Corriere Ticinese –  ma poi non se ne sta facendo più nulla. Anche lui è vittima delle lobby che governano l’Italia e degli attacchi che gli provengono essenzialmente dall’interno del PD”
Che farà ora Berlusconi? Per ora resta sul vago “Di cose da fare ne ho molte. Non c’è solo la politica”.
Nell’immediato, forse, una vacanza. Ma c‘è da credergli?

 

{jcomments on}