lovefactorSe le donne fin da bambine sognano il principe azzurro, gli uomini sognano la principessa? Dalle leggende metropolitane che si sentono raccontare, e si vivono, nelle nostre città sembrerebbe di no. Eppure ci sono tanti rospi che, senza sapere di esserlo, cercano di trasformarsi nell’uomo dei sogni di molte donne ma che, così facendo, diventano, invece, il peggior incubo che una donna possa vivere.

La calzamaglia del principe è sempre troppo stretta (o forse è bucata?) e allora s’indossanoaltri abiti ed ecco che, nelle fredde notti invernali ma anche in piena estate, si possono incontrare delle strane varianti dell’uomo dei sogni: il tontolone, il daddy, il tamarro eccellente, che oltre ad aver trasformato il proprio bianco destriero in un bolide nero a due ruote che corre senza cura nelle vie delle nostre città, tiene in mano, quando non guida, un Negroni. Miei cari brizzolati di ultima generazione, vi ritrovate un po’ in ciascuno di questi uomini oppure siete ancora lì lì che cercate la giusta tattica per incontrare, e conquistare, la donna dei vostri sogni?
Per chi è già in piena fase brizzolato o per chi vede spuntare i primi capelli bianchi, ed entra così in uno stato di panico, Terry Schiavo alla sua seconda fatica letteraria in “Love Factor – Ma davvero gli italiani lo fanno meglio?” (P. 134, 13 euro – SBC edizioni)  mostra cosa non fare per poter essere il perfetto lovely man. Un percorso di trasformazione che parte da se stessi, prima di poter giungere all’incontro con la fatidica “fiamma gemella”.
L’autrice, in questo suo ultimo libro, racconta, attraverso una serie di episodi della vita reale, la girandola di colori che caratterizza gli incontri amorosi, mostrando, con la grazia e la sottile ironia che la contraddistingue, come le anime protagoniste del suo libro non cerchino altro che amare se stesse prima di essere pronte ad amare la propria metà della mela. Un viaggio divertente alla scoperta degli errori di Cupido, tra uomini e donne alle prese con i loro problemi amorosi; personaggi che non arrivano né da Marte né da Venere ma che seguono semplicmente due frequenze diverse. La scoperta dell’amore per se stessi è il primo, e fondamentale, passo prima di poter amare la propria dolce metà.
Perché, in fin dei conti, un bruco (brizzolato) aspetta solo di diventare una splendida farfalla, o semplicemente perché la meravigliosa coda del pavone non sarebbe, poi, tanto meravigliosa, se non ci fosse il pavone femmina ad ammirarla…
“Love Factor. Ma davvero gli italiani lo fanno meglio?” è quindi la messa in luce delle insicurezze che caratterizzano l’amore e se, da una parte, ci invita a riflettere sull’amore nei confronti di noi stessi e verso gli altri, dall’altra non smette mai di farci ridere attraverso degli eventi che, spesso, sfiorano il paradosso. Terry Schiavo, in questo libro, riesce davvero a lasciare il lettore in bilico tra il sorriso e quella piccola, e soprattutto fastidiosa, ruga che spunta sulla fronte quando siamo immersi nella riflessione.

Autrice
Conduttrice, attrice, cantante, giornalista e scrittrice. Classe 1970, segno zodiacale Ariete, ascendente Sagittario. Terry vive tra Los Angeles e Milano, la sua città natale, in compagnia di due magnifici gattoni che la seguono ovunque. Con qualche arrembaggio nella musica pop (Il viaggio, Due come noi, Sei speciale e Like a Diva), nel cinema (Bastardi e il nuovo film in uscita a Ottobre 2014 in Italia e negli Stati Uniti, I wanna be the testimonial) senza dimenticare fiction, sit-com, televisione e, naturalmente, il suo primo libro Volevo Ballare il Bunga Bunga anch’io! (Sempre presso SBC edizioni)

Love Factor verrà presentato domenica 30 marzo alle ore 18 alla Taverna Parioli in via Casati 45 a Milano. Con l,’autrice interverranno Gian Paolo Serino e Sabina Just

{jcomments on}