Dopo Twitter la Turchia blocca anche Youtube

Dopo Twitter venerdi scorso, in Turchia questo pomeriggio e’ stato bloccato anche l’accesso a Youtube, riferisce Hurriyet online. La misura interviene dopo che sulla rete sociale e’ uscita la registrazione di una conversazione fra dirigenti turchi su un possibile intervento in Siria. Il nuovo stop a un social arriva a tre giorni dalle elezioni.
La decisione di bloccare Youtube, riferisce Hurriyet, e’ stata comunicata agli operatori di Gsm turchi e ai server di internet dalla autorita’ governativa delle telecomunicazioni Tib. Il blocco di Youtube interviene una settimana dopo quello di Twitter, che ha suscitato una pioggia di condanne nel mondo, e a tre giorni dalle cruciali elezioni amministrative del 30 marzo. Ieri una corte amministrativa di Ankara ha ordinato una sospensione del blocco di Twitter. Ma la decisione non e’ stata per ora applicata dalle autorita’ di Ankara, che hanno 30 giorni per farlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!