L’ex vicesindaco di Pavia Ettore Filippi e l’imprenditore edile Ciro Manna sono stati posti agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione. Gli arresti sono il risultato della prosecuzione dell’indagine “Punta est”, che già ha portato nel 2012 al sequestro di un cantiere da 3 milioni di euro, e a misure cautelari per tre persone. Le ordinanze, emesse dal Gip di Pavia, sono state eseguite da personale dei Comandi Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Filippi è noto alle cronache soprattutto per essere stato il poliziotto che arrestò il numero uno delle Br, Mario Moretti. E’ stato inoltre funzionario e dirigente della Polizia di Stato, con molti anni di servizio passati in questura a Milano. {jcomments on}