renzalfanoL’espulsione dei quattro parlamentari renziani decisa dalla Rete rischia di creare una reazione a valanga nei gruppi parlamentari pentastellati. Con conseguenze notevoli anche sugli assetti di maggioranza e di governo.


In queste ore è attivissimo Pippo Civati che sta facemdo scouting tra i probabili scissionisti per creare una nuova cosa di sinistra che aggreghi i malpancisti del Pd, Sel e, appunto, i fuoriusciti del Movimento 5 Stelle.
Gente spesso votata da elettori di centrodestra, ma che è sempre stata di ultrasnistra.
Civati è stato subito chiaro: “Matteo hai sbagliato tutto”. Lui e altri senatori Pd, almeno 6 vorrebbero andare per conto loro e spostare il baricentro del nuovo centrosinistra verso Nichi Vendola. A questo punto dieci senatori grillini farebbero comodo a Civati per dare consistenza al suo gruppo di palazzo Madama. Una cosa è certa il caos dei cinque stelle avrà conseguenze anche nel Pd e nella maggioranza che sostiene Renzi.
Ma anche il neo premier sta guardando a sinistra. Una maggioranza alternativa a quella fondata sull’asse con il Nuovo centrodestra. Ecco quale scenario si apre davanti a Matteo Renzi con il terremoto che sta sconvolgendo il Movimento 5 Stelle. La frattura tra i grillini, con una dozzina di senatori ribelli pronti alle dimissioni dopo la decisione dei colleghi di espellerli, crea le premesse per la formazione di un nuovo gruppo parlamentare.n Che peserebbe al senato quasi come il Nuovo Centrodestra. Il che permetterebbe a Renzi di lanciare un segnale ad Angelino Alfano. Con il seguente messaggio: «Non tirare troppo la corda, perché posso benissimo fare a meno di voi».

{jcomments on}