La Corte dei conti ha rinviato  a giudizio per danno erariale il sindaco di Bologna Virginio Merola, tutta la sua giunta e i due dirigenti comunali, per un danno da 45 mila euro. La vicenda di cui trattasi risale al 2011 quando Il capo di gabinetto Marco Lombardelli fu costretto a dimettersi qpoichè si scoprì che oltre a non essere possesso della laurea, necessaria il contratti di categoria D che gli era stato sottoscritto, non aveva neanche il diploma di scuola superiore ma un diploma da ottico.