Tre persone sono state condotte agli arresti domiciliari a Potenza e in comuni del circondario, con l’accusa di aver truccato appalti e gare pubbliche. Tra queste un consigliere comunale di Potenza di centrosinistra. Altre tre persone hanno ricevuto il divieto di dimora e una è sottoposta ad obbligo di firma.

Le ipotesi di reato sono: turbata libertà degli incanti e del procedimento di scelta del contraente, corruzione e induzione indebita a dare o promettere utilità. {jcomments on}