6 arresti e 7 denunce dalla Guardia di finanza a Gioia Tauro e un sequestro di beni per 2 milioni di euro. Nelle indagini, coordinate dalla Procura di Palmi, è emerso che gli indagati, attraverso un giro di fatture false per milioni di euro, hanno indebitamente ottenuto i finanziamenti pubblici per la realizzazione di un sito industriale realizzato vicino al porto di Gioia Tauro. {jcomments on}