Venivano spacciati per capi di maglieria pregiata, alcuni con l’etichetta “puro cachemire”, “lana merinos” ecc. In realtà golf, sciarpe e altri accessori erano realizzati con pelli di topo e altri animali. Lo hanno scoperto gli uomini del Comando provinciale della guardia di finanza di Livorno che hanno sequestrato oltre un milione di prodotti di varie tipologie.
A insospettire le Fiamme Gialle, il prezzo eccessivamente conveniente di alcuni capi riportanti nelle etichette la dicitura “in cachemire”, rinvenuti in un negozio di Rosignano Marittimo, gestito da una coppia di origine cinese. Le analisi effettuate dal Laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane hanno infatti accertato che i tessuti delle maglie erano composti per lo più da un misto di acrilico, viscosa, poliestere, peli di topi ed altri animali.