Alitalia ha confermato i 1.900 esuberi previsti nel nuovo piano industriale, ma ha garantito che non ci saranno licenziamenti.
Venerdì ci sarà un nuovo confronto tra azienda e sindacati. In particolare, tra i 1.900 esuberi, l’azienda ne avrebbe individuati 280 tra i piloti, 350 tra gli assistenti di volo, 480 tra gli assistenti di terra, 190 nella manutenzione e 600 negli uffici.