La polizia indiana Nia ha richiesto la pena di morte per i due Marò che il 15 febbraio del 2012 furono coinvolti nell’incidente in cui rimasero uccisi due pescatori locali. In base alla legge indiana, infatti, i reati di pirateria marittima devono essere puniti con la morte. Questo è quanto riferisce il The Hindustan Times, ma per ora non c’è alcuna conferma della polizia. {jcomments on}